DANZ’ART

DANZ'ART

L'INTEGRAZIONE DEI LINGUAGGI ARTISTICI NELLO SVILUPPO DEI PROCESSI CREATIVI E VITALI
SABATO 23 E DOMENICA 24 FEBBRAIO 2019


Il procedere creativo, quando interessa i piani affettivo ed emozionale, e quando assume le forme specifiche di tutte le arti, non può mai prescindere dall’uso della corporeità.

Possiamo immaginare il nostro corpo, infatti, come quell’indispensabile filtro capace di trasformare la realtà esterna e quella interna in linguaggi artistici compiuti. Scevro da intellettualizzazioni, il corpo, naturalmente, ripesca quei linguaggi antichi e non verbali, che, grazie all’uso integrato dei materiali artistici, si concretizzano in tracce e segni autenticamente propri e personali. La danza è quell’arte che, simultaneamente, vive nel tempo e nello spazio. In essa creatore e creazione, opera e artista, fanno tutt’uno, e il corpo che danza ha, per questo, una valenza ‘relazionale’ e ‘culturale’. Ciascuno di noi, danzando, parla di sé, e produce una vera e propria ‘scrittura’ sul e con il corpo. Il compito affidato a tale ‘scrittura’ è quello di veicolare significati e, per loro tramite, organizzare il rapporto fra gli individui, e fra essi e la realtà che li circonda.

L’arte ha la funzione di creare una zona di vita ricca di oggetti simbolici che contengono e comunicano idee. Tali idee poggiano in gran parte su desideri, emozioni, affetti e fantasie; e la creazione dell’oggetto artistico implica l’uso di complesse funzioni dell’Io che impegnano, simultaneamente, le nostre facoltà manuali, intellettuali ed emotive. La via dell’arte conduce dall’indefinito all’unico. Al suo inizio, quando è ancora ‘traccia’, un’opera presenta molte possibilità. Ma quando comincia a prendere ‘forma’, questa libertà si restringe e diventa rigore, tal che ogni singola ‘mossa’ si fa inevitabile. E’ così che l’arte crea ordine, a partire dal ‘caos’.

Il corpo, oltre che sede delle emozioni e luogo fisico entro cui si ambienta ogni nostra esperienza emotiva, è anche ciò che ci rende visibili e riconoscibili; il corpo è, quindi, fattore primario che tiene insieme la nostra narrazione personale e il nostro agire. Di fatto, non possiamo ‘fare’ nulla, e quindi essere efficaci nel mondo, senza il corpo. Allo stesso modo, il nostro corpo non può stare senza la mente. Pensiamo a corpo e mente, allora, come a ciò che ci rende soggetti unici, e integrati, capaci di vivere, e di creare.

OBIETTIVI FORMATIVI E METODOLOGIA DIDATTICA

Obiettivo generale, e principale di questo Laboratorio è quello di evidenziare ed esperire, direttamente con il proprio corpo, e attraverso l’utilizzo dei diversi materiali artistici, quelle dimensioni interne e personali che ci consentono di sentirci interi, presenti, creativi e assertivi; e, per questo, più capaci di leggere e praticare dimensioni e orientamenti relazionali congrui e funzionali alle diverse e specifiche utenze e pratiche professionali.

Elementi di Arteterapia e Danzaterapia Clinica, adeguatamente integrati in una cornice teorica che coniuga neuroscienze, fenomenologia e psicoanalisi della relazione, costituiscono la struttura metodologica prevalentemente esperienziale di questa proposta seminariale; e l’operatore della relazione di cura e aiuto ne è il destinatario elettivo.
Tecnica didattica – lezione/discussione, lavoro in piccolo gruppo, esercitazioni pratiche.


PROGRAMMA

Il corso è articolato in 2 giornate di 7 ore, per complessive 14 ore.

SABATO 23 FEBBRAIO 2019

Il mio corpo, il mio mondo: schema e immagine corporea.
Rigidità e flessibilità, leggerezze e pesantezze: nel corpo, nelle relazioni.
Il mio corpo lascia ‘tracce’: introduzione dei diversi materiali artistici, loro valenza simbolica.
Rielaborazione verbale dell’intero percorso, con spunti teorici di riferimento.

DOMENICA 24 FEBBRAIO 2019

Consapevolezza di sé e del proprio corpo: la possibilità della propria ‘messa in forma’.
Dalla ‘traccia’, alla ‘forma’: il materiale artistico come medium simbolico.
La relazione con sé, e con l’altro; la realizzazione dell’’idea’, attraverso il materiale artistico.


CONDUCONO

Laura Pezzenati, laureata in Filosofia con indirizzo Psicodinamico e in Tecnica della Riabilitazione Psichiatrica, è Danzamovimentoterapeuta e Supervisore Apid. Lavora come TeRP, da molti anni, in un Cps di Milano, con la grave utenza psichiatrica. Con la Danzaterapia Clinica, costruisce e conduce progetti e percorsi individuali e di gruppo che coinvolgono pazienti con disagio psichiatrico, con tossico e alcol dipendenza, con DCA, portatori di handicap e con disturbo dello spettro autistico, affetti da malattia di Parkinson, adulti normodotati. È Socia Fondatrice della Sezione Lombarda dell’AITeRP (Associazione Italiana Tecnici della Riabilitazione Psichiatrica).
È Docente di Danzaterapia Clinica presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi di Milano e di Genova – Corso di Laurea in Tecnica della Riabilitazione Psichiatrica.

Tania Roveda, Arteterapeuta, ha ultimato alla fine degli anni ’90 studi artistici presso l’Accademia di Belle Arti di Brera. Diplomata in Arteterapia presso la Formazione Triennale Risvegli ha in seguito equiparato il percorso di studi a quello Triennale in Arteterapia Clinica di Lyceum. Iscritta all’ A.P.I.Ar.T – Registro Professionale degli Arte Terapeuti Italiani. È il teatro il primo tramite verso un utilizzo dell’arte in campo terapeutico: nel 2001 realizza e conduce un laboratorio di espressione teatrale presso un C.R.T. dell’Ospedale Niguarda di Milano rivolto a giovani e ad adulti con disturbi psichiatrici. Come Arteterapeuta ha condotto atelier nel campo della prevenzione (lavorando con bambini, adolescenti e adulti) e del disagio (handicap medio grave, psichiatria e tossicodipendenza) ed ha realizzato laboratori espressivi per bambini delle scuole dell’infanzia e delle scuole elementari, per giovani, adulti, anziani e laboratori teatrali per le stesse fasce d’età.


DATE

Il Workshop si svolgerà Domenica 3 Febbraio 2019 dalle 10.00 alle 17.30

SEDE

Lyceum, Via Calatafimi, 10 – 20122 Milano

COSTO

150,00 Euro, comprensive di assicurazione e materiali.
120,00 Euro – Prezzo riservato a Diplomati Formazioni Lyceum e Soci AITeRP e ASS. CORSARA


HAI LA CARTA DEL DOCENTE?

Puoi pagare questo corso utilizzando il bonus della carta del docente. Vai su https://cartadeldocente.istruzione.it/ e genera un buono dell’importo previsto scegliendo la tipologia “FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO” – “Enti accreditati/qualificati ai sensi della Direttiva 170/2016”. Il PDF del buono generato potrà essere allegato nell’apposita sezione del Form di iscrizione Online.

 


PER ULTERIORI INFORMAZIONI

Chiamaci al numero 02/2316 8407 o clicca su “contattaci” per aprire il form. 

ATTESTATO

Verrà rilasciato un attestato di frequenza valido per l’aggiornamento a tutti i partecipanti.