Ritratto di Lani Gerity Glanville di Zachary Van Den Berg. Olio su tela.

Lani Gerity Glanville, una perdita per il mondo dell’arteterapia

È con profondo dolore che piangiamo la morte improvvisa di Lani Gerity Glanville, arteterapeuta formatasi presso la New York University, allieva di Edith Kramer ed Elizabeth Stone, co-autrice del libro “The Legacy of Edith Kramer: A Multifacted View” (2018), testo dedicato alla vita, al pensiero e alle opere di Edith Kramer, dove è inserito un capitolo che parla dell’esperienza italiana della Formazione in arteterapia Lyceum e del rapporto che manteniamo con Edith Kramer.
Lani è stata una persona che sicuramente ha lavorato molto per la promozione dell’arteterapia e che riconosciamo collega nel nostro approccio “Arte come Terapia”.
Lani ci ha lasciato il 25/11, dopo una brevissima e grave malattia, a 67 anni.
Riportiamo una sua breve biografia per ricordare la sua vita e le sue molteplici attività artistiche ed arteterapeutiche.
Non la ricordiamo solo per questo, ma anche per le sue qualità, la contraddistinguevano dolcezza, disponibilità, vitalità, creatività e una ferma convinzione del potere terapeutico dell’arte.

Biografia di Lani Gerity Glanville, artista, burattinaia, scrittrice, arteterapeuta.
Lani era attiva nell’Associazione Americana di Arteterapia, per la quale presentava regolarmente relazioni ed interventi in seminari e conferenze.
Era un’artista poliedrica e geniale, creava bambole artistiche, pupazzi e personaggi dal preciso carattere, utilizzando materiali differenti.
Lani ha conseguito il master e il dottorato in Arteterapia presso la New York University (NYU), dove è stata allieva di Edith Kramer ed Elizabeth Stone.
Ha curato il libro di Edith Kramer “Art as Therapy: Collected Papers” (2001).
Ha scritto e pubblicato il libro: “Creativity and the Dissociative Patient: Puppets, Narrative, and Art in the Treatment of Survivors of Childhood Trauma” (1999).
E’ stata co-curatrice con Susan Ainlay Anand del libro “The Legacy of Edith Kramer: A Multifacted View” (2018).
È stata autrice di molti articoli su riviste e capitoli di libri sul tema dell’arteterapia.
Come arteterapeuta lavorava con pazienti psichiatrici e persone traumatizzate.
Aveva un’intensa attività creativa sui social media e online, attraverso blog, gruppi online e riviste d’arte, dove ogni giorno condivideva il suo processo creativo e i frutti della sua ricerca artistica e dove scriveva incessanti messaggi di incoraggiamento e speranza, sottolineando sempre il potere curativo dell’arte.
Lani viveva con il marito Edward in Canada.

Gli amici e i colleghi arteterapeuti americani hanno organizzato un momento di commemorazione digitale per celebrare la vita di Lani che si terrà sabato 9 gennaio 2021, dalle 10:00 alle 11:00, a cui alcuni docenti di Lyceum parteciperanno a nome di quanti l’hanno conosciuta e stimata.

Share: