<span class="dojodigital_toggle_title">Progetto E.Kr.A.M.</span>

STORIA E MISSION

del Progetto E.Kr.A.M - Edith Kramer Atelier Method


 

“Un bambino sicuro avrà voglia di avventurarsi nel mondo esterno e di crescere scegliendo consapevolmente le proprie guide”

Edith Kramer

 

 
 
Il Progetto “E.Kr.A.M.” (Edith Kramer Atelier Method) nasce dal desiderio di inserire nelle attività di Lyceum uno spazio di sperimentazione per i diplomati delle formazioni Lyceum in “Esperto di laboratori esperienziali“.
Un luogo aperto ai bambini, che diventi un punto di ritrovo per la socializzazione e l’accoglienza attraverso il particolare metodo ArtLab, che pone al centro della relazione i materiali artistici.

 

E.Kr.A.M. è uno spazio dedicato all’infanzia dove Esperti di Laboratori propongono esperienze espressive in cui la libera sperimentazione trova un luogo dove realizzarsi attraverso il gioco, il movimento, il gesto creativo e la realizzazione di opere personali, in successioni graduali.

Da un punto di vista storico, nell’elaborazione del metodo per i Laboratori Esperienziali ArtLab, consideriamo fondamentali le esperienze di Friedl Dicker Brandeis e di Edith Kramer, madre e pioniera dell’Arteterapia, a cui questo spazio è dedicato.


LA MISSION DI E.Kr.A.M

Nel Settembre 2015, dall’esperienza ventennale di Lyceum, associazione culturale dedicata alla formazione di arteterapeuti, nasce PROGETTO E.Kr.A.M: uno spazio pensato per l’infanzia e dedicato ad Edith Kramer, Madre e Pioniera dell’Arteterapia.
La Mission di E.Kr.A.M. è la creazione di uno spazio fisico ma anche simbolico, dedicato all’infanzia, dove ci si occupa di mettere in forma progetti espressivi che aiutino i bambini a crescere favorendo l’espressione dell’individualità attraverso il gesto creativo e quindi la realizzazione dell’opera artistica.
Crediamo nella profonda importanza del metodo proposto da Edith Kramer e ci proponiamo di divulgarlo in tutti gli ambienti culturali che abbiano come centro il bambino, il suo sviluppo e la sua crescita nella società, oltre che nella nostra Sede di Via Calatafimi 10 Milano.
E.Kr.A.M. si avvale di un Team di esperte in Laboratori Esperienziali, consolidato attraverso gli anni di studio in Lyceum e con collaterali esperienze in contesti socio-educativi. Durante questo periodo di studio e nel loro personale percorso, tutte le esperte hanno appreso, indagato e sperimentato lo speciale metodo ArtLab promosso da Lyceum, che trae ispirazione dalla figura di grande esperienza e rilievo di Edith Kramer.
Questo Speciale Spazio è simbolicamente luogo di incontro per tutti i bambini da 0 a 99 anni ed ha valori come l’accoglienza in tutte le sue forme, il rispetto dell’unicità degli individui nel proprio percorso di crescita, e si avvale di momenti di sperimentazione libera, e del tutto personale, attraverso tutti i materiali artistici classici, ma anche quelli di riciclo e materiali più “poveri”, compresi infine anche altri strumenti come il corpo, la danza, la musica, il teatro.
 
Erika Tavella, Arteterepeuta, è la prima coordinatrice di questo progetto, ed un team di esperti nelle terapie espressive è garante delle attività di aggiornamento e supervisione che avviene in stretta collaborazione e condivisione.
Il progetto E.Kr.A.M. si propone:
  • di promuovere la cultura attraverso l’arte in ogni sua forma;
  • di fare dell’arte un veicolo di crescita personale,
  • di creare e sfruttare contaminazioni tra i vari mondi e modi dell’arte attraverso eventi, mostre e azioni/scambi interdisciplinari,
  • di promuovere attività didattiche in collaborazione con istituzioni che includono progetti di formazione e workshop.
 

BASI TEORICHE E TESTIMONIANZE

Da un punto di vista storico, nell’elaborazione del metodo per i Laboratori Esperienziali ArtLab, consideriamo fondamentali le esperienze di Friedl Dicker Brandeis e di Edith Kramer, madre e pioniera dell’Arteterapia, a cui questo spazio è dedicato.
I Laboratori Esperienziali si avvalgono degli studi e delle riflessioni provenienti dall’esperienza in Arteterapia, ma non propongono percorsi terapeutici. L’impianto teorico prende spunto dalle ricerche sullo sviluppo del bambino dell’infant- research e teorie sull’attaccamento.
Il progetto EKrAM, così come le Formazioni Lyceum, si avvale delle testimonianze dirette del lavoro svolto da Elena e Maria Makarova con Edith Kramer.
 

Il MOTTO di E.Kr.A.M. è l’Arte ti fa crescere!


IL METODO
Le attività proposte, oltre al gioco, al ballo, e al movimento in generale, prevedono l’utilizzo di una moltitudine di materiali artistici: dalle tempere ai pastelli ad olio, dall’acquarello ai gessetti, dalla creta ai materiali naturali, fino a quelli “di riciclo” come scatole, cartoni, vecchi contenitori.
 

L’esplorazione delle infinite possibilità di ciascun mezzo materiale è sostituita dalla conoscenza superficiale di una moltitudine di tecniche”, diceva Edith Kramer, criticando il modo superficiale con cui spesso si insegnano le tecniche artistiche ai bambini.

Nei nostri laboratori vogliamo dunque sottolineare l’importanza della qualità, della cura e dei tempi con cui vengono proposti i materiali.
L’Esperienza vissuta liberamente attraverso i materiali artistici è per noi la prima da cui partire. Per questo i nostri laboratori li definiamo Esperienziali.
Esperienza: dal latino ex-perientia – ex-perior, provo, tento. Corso o serie di atti mediante i quali si acquisisce la conoscenza di qualcosa di particolare.
L’esperienza è una forma di conoscenza diretta, personalmente acquisita con l’osservazione, l’uso e la pratica, di una determinata sfera della realtà.
Le esperienze senso-motorie consentono al bambino un rapporto diretto con il proprio ambiente di sviluppo, il conduttore, infatti, è in grado di offrire stimoli appropriati al bambino, rispettando le sue esigenze e le sue fasi evolutive.
Un’altra importante caratteristica è quella che chiamiamo “Speciale Relazione” che si instaura tra il conduttore ed il bambino: le sue scoperte percettive, infatti, acquistano senso grazie allo sguardo attento dell’altro, che, sostenendo le iniziative del bambino, lo accompagna nell’esplorazione del “mondo circostante” in modo che l’esperienza si strutturi in competenze.
Nei laboratori Esperienziali ArtLab di E.Kr.A.M. l’intento non è quello di “scoprire” piccoli artisti: il conduttore non insegna, ma offre uno spazio di sperimentazione.
 
Alcuni degli OBIETTIVI dei Laboratori con Metodo ArtLab
• valorizzare le risorse del singolo e del gruppo per affrontare problemi trovando soluzioni creative
• percepirsi come capaci di “fare” e di “esprimere” così da sviluppare comportamenti più adeguati
• attivare le potenzialità espressive del bambino per favorire il consolidamento dell’identità e dell’autostima
• facilitare modalità e comportamenti comunicativi attraverso l’uso di linguaggi non verbali
• imparare a stare meglio con se stessi e con gli altri attraverso una maggiore consapevolezza delle proprie emozioni

Bibliografia
Riportiamo qui di seguito alcuni testi di riferimento:
Kramer E. (1971), Arte come terapia nell’infanzia, La Nuova Italia Editrice, Firenze 1977
Lowenfeld V., Brittain W. L. (1982), Creatività e sviluppo mentale, Giunti Barbera, Firenze 1984

 

Share: