Che l’arte potesse prendere per soggetto il brutto sembrava una contraddizione. Invece ne è risultata non solo la possibilità, bensì anche la necessità.”  Umberto Eco


PERCHÈ

Cosa ci spinge a fare la coda per entrare in un museo? In che modo ci richiamano le opere esposte? Perché l’arte ci emoziona? Contemplare un’opera d’arte appaga certamente il nostro senso estetico o i nostri interessi culturali. Ma c’è molto di più…Le opere d’arte altrui dialogano con noi, risuonano profondamente dentro di noi e toccano emotivamente delle parti che ci appartengono, ma di cui magari avevamo anche scordato l’esistenza.

Le neuroscienze ci suggeriscono che l’esperienza estetica è innanzitutto un’esperienza emotiva e che osservare un’azione disegnata è un po’ come viverla in prima persona, grazie ai meccanismi di rispecchiamento con ciò che osserviamo. Quindi, ci poniamo di fronte ad un’opera d’arte soprattutto per fare esperienza, un’esperienza emotiva, corporea…

Da qui, il desiderio di proporre un’occasione in cui un approfondimento storico-artistico diventi punto di partenza per un lavoro su di Sé, che favorisca benessere e autoconsapevolezza.

La nuova edizione di StoriArtTherapy vedrà protagonista un affascinante connubio: arte e psichiatria. Nelle quattro serate a nostra disposizione, divise per filoni tematici, andremo alla scoperta di straordinari artisti, chi più e chi meno noto al grande pubblico, affetti da disagio psichico e transitati nei luoghi un tempo deputati alla cura psichiatrica: i manicomi. Prima di essere malati psichiatrici però, questi Autori sono innanzitutto persone e Artisti, molti dei quali appartenenti alla corrente dell’Art Brut, che si libera definitivamente dall’estetica convenzionale a favore di un’espressività dirompente, fatta di insolita bellezza quanto di contenuti disturbanti. Il valore degli artisti che verranno presentati è stato internazionalmente riconosciuto, attraverso mostre temporanee e collezioni permanenti, e da costoro potremo trarre ispirazione per accostarci a una creatività autentica e senza filtri.

 

Di seguito, i temi delle serate e gli autori che verranno affrontati:

COAZIONE A RIPETERE. Confronto fra Louis Wain, Yayoi Kusama e altri.

IL NEMICO INTERNO. Confronto fra Alexander Lobanov, Antonio Ligabue e altri.

SCENARI FANTASTICI. Confronto fra Richard Dadd, Henry Darger e altri.

TRAME E ORDITI. Confronto fra Judith Scott, Helga Goetze e altri.

Dopo la fruizione dei contenuti sopracitati, sarà il momento in cui i partecipanti diverranno a propria volta Autori. Verranno invitati a volgere lo sguardo all’interno, ad attivare la propria creatività, e a realizzare un elaborato artistico a piacere, lasciandosi suggestionare dalla narrazione e dalle immagini osservate.

Le opere realizzate diventeranno occasione per dare forma al proprio mondo interiore e per raggiungere una maggiore consapevolezza di sé, anche attraverso il confronto che potrà nascere all’interno del gruppo, in cui condividere la propria esperienza creativa ed emotiva.

La parte laboratoriale sarà svolta adottando tecniche appartenenti al metodo “Arte come Terapia” di Lyceum, il cui obiettivo primario è offrire uno spazio di libera espressione, caratterizzato da accoglienza e assenza di giudizio.

 

DESTINATARI

Chiunque desideri approfondire tematiche legate alla storia dell’arte e all’arteterapia. Ai partecipanti non è richiesta alcuna particolare abilità nel disegno o nell’espressione artistica, così come non è necessaria alcuna conoscenza in ambito storico-artistico.

COME

4 incontri in diretta online con la docente  e con il gruppo di partecipanti, con connessione da remoto su piattaforma ZOOM, per entrare in risonanza emotiva con la tematica e gli autori prescelti e dar vita alla realizzazione di immagini personali e ad uno scambio verbale di condivisione.

QUANDO

4 incontri online di 2 ore  il Giovedì sera, con cadenza settimanale, dalle 19.00 alle 21.00 nelle seguenti date: 9, 16, 23, 30 Maggio 2024

 

COSA OCCORRE

Ciascun partecipante dovrà predisporsi un piccolo atelier casalingo, con quanti più materiali artistici riesca a reperire, in modo da poter scegliere ciò che sente più indicato sul momento (qualche idea: pennarelli, matite colorate, pastelli a cera o a olio, gessetti, acquarelli, tempere, fogli bianchi, cartoncini di carta). Sarà importante ricavarsi uno spazio il più possibile intimo e protetto, dove potersi esprimere liberamente al riparo da intrusioni.
Ogni partecipante dovrà assicurarsi una connessione internet per accedere a software Zoom. Tutti gli iscritti riceveranno via mail l’ID del corso per il collegamento.

CONDUCE

Elena Giulia Monti,

dopo il liceo classico e la laurea in Scienze dei Beni Culturali, consegue a pieni voti la laurea specialistica in Storia e Critica dell’Arte. Successivamente frequenta un corso di approfondimento presso il Sotheby’s Institute of Art di Londra. Convinta delle potenzialità terapeutiche del processo artistico, e affascinata dall’applicazione delle Neuroscienze all’arte, completa gli studi diplomandosi alla Formazione Triennale in Arteterapia Clinica di Lyceum. Ha condotto percorsi di arteterapia con bambini e adulti, disabili e anziani con demenza. Ha collaborato alla realizzazione del progetto “L’Officina delle Terapie Espressive”, che nel 2018 ha dato vita al laboratorio “Art meets people at the same table”. Conduce workshop e percorsi propedeutici all’arteterapia, relatrice in convegni su tematiche trasversali alla storia dell’arte e all’arteterapia.

COSTO

130,00 Euro – Prezzo partecipanti esterni e Carta del Docente
110,00 Euro – Prezzo riservato ad allievi e diplomati Formazioni Lyceum


HAI LA CARTA DEL DOCENTE?

Puoi pagare questo corso utilizzando il bonus della carta del docente. Vai su https://cartadeldocente.istruzione.it/ e genera un buono dell’importo previsto scegliendo la tipologia “FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO” – “Enti accreditati/qualificati ai sensi della Direttiva 170/2016”. Il PDF del buono generato potrà essere allegato nell’apposita sezione del Form di iscrizione Online.

 

PER ULTERIORI INFORMAZIONI

Chiamaci al numero 02/2316 8407 o clicca su “contattaci” per aprire il form. 

ATTESTATO

Il certificato sarà valido per l’aggiornamento obbligatorio degli insegnanti ai sensi della Direttiva MIUR n. 170/2016 e per la formazione continua dei professionisti iscritti ai registri APIART e FAC in conformità alla Norma Europea ISO/IEC 17024, oltre che per tutti gli usi consentiti dalla legge.

Share: