LA COMPOSIZIONE ARTISTICA COME SPECCHIO DI RELAZIONI


Anche quest’anno, nel mese di giugno, Lyceum propone un workshop internazionale condotto da Elena Makarova e Maria Makarov e Tania Sher, come interprete.
Si raduneranno partecipanti da varie nazioni, rendendo il seminario un’occasione di incontro e collaborazione con persone di diversa lingua e cultura.
Chi desideri partecipare, sarà il benvenuto!


La vita è fatta in modo tale che in essa si creino spesso coppie solide e interdipendenti: marito-moglie, madre-figlio, teiera-tazza…

Le persone e gli animali, ma anche gli oggetti inanimati, possono stabilire tra di loro delle relazioni e, sulla base di queste, possono essere create coppie o gruppi differenti.

Molto spesso, però, le relazioni che legano le persone sono caratterizzate da “cecità” e “affollamento” o da una sostanziale mancanza di uno spazio personale. Allora, come possiamo costruire rapporti, facendo in modo che le relazioni interpersonali non soffochino o addirittura annientino il nostro sé personale?

Come possiamo salvaguardare il nostro spazio individuale, al fine di avere una vita dal più ampio respiro e promuovere contemporaneamente la nostra crescita personale? Quali sono gli aspetti primari di una relazione e quali i secondari? Come trovare il proprio equilibrio?

Nella composizione visiva, nella creazione di uno spazio artistico, proprio come in uno specchio, si riflettono le qualità delle relazioni interpersonali che caratterizzano la nostra vita affettiva o lavorativa.

Queste ed altre ricerche artistiche e filosofiche costituiranno i fondamenti del workshop il cui obiettivo è promuovere l’autoespressione e la libertà della persona, attraverso un’esperienza artistica che può unire il gesto, il movimento, la respirazione, il gioco, la relazione con gli altri, alla ricerca di una più generale armonia.


PROGRAMMA DELLO STAGE INTERNAZIONALE 2020


Lunedì 1 Giugno 2020, dalle 14.30 alle 18.00
UN POMERIGGIO AL MUSEO

Lunedì, 1° giugno, verrà organizzata una visita guidata da Elena Makarova al Museo Poldi Pezzoli di Milano.
Potranno facoltativamente iscriversi gli stessi partecipanti al workshop del 2 e 3 giugno, in questo caso tale esperienza andrà ad arricchire ed approfondire la proposta dei giorni che seguono.

Chi desidera invece partecipare solo alla visita guidata, può iscriversi alla sola visita museale, senza dover necessariamente partecipare al workshop che segue.

PROGRAMMA DELLA VISITA MUSEALE
Si tratterà di una particolare visita creativa, dove non solo si osserveranno le opere esposte, ma dove ognuno avrà modo di esprimere la propria creatività.
Attraverso l’esperienza riusciremo a rispondere a molte domande: Cosa significa fare arte in un museo? Perché oggi è importante coinvolgere personalmente i visitatori di un museo? Quali attività si possono svolgere durante una visita museale?

Insieme riusciremo ad attivare la personale curiosità, al fine di creare uno spazio mentale idoneo per riuscire ad osservare e soffermarsi in modo adeguato sulle opere d’arte esposte. In questo modo si potrà passare da un’ottica di spettatore passivo ad una collaborazione attiva e creativa con il museo, con le opere d’arte e con i loro autori. Si utilizzerà una modalità di esplorazione giocosa, attraverso attività diverse e non solo con la produzione artistica.

IL MUSEO POLDI PEZZOLI
Un palazzo delle meraviglie. Uno scrigno di tesori nel cuore di Milano, una raccolta d’arte nata dalla passione di Gian Giacomo Poldi Pezzoli, uno dei più raffinati collezionisti del XIX secolo.
Insieme conosceremo lo spazio del museo dentro e fuori e,  attraverso esperienze ludiche ed artistiche, risponderemo a molte domande: Come si presenta l’esterno del museo? E l’interno? In che modo le opere esposte si combinano con la decorazione delle sale?

APPUNTAMENTO AL MUSEO
Ci incontreremo lunedì, 1 ° giugno, alle 14.00 di fronte al museo Poldi Pezzoli, in Via Manzoni 12 – Milano. Ognuno dovrà portare un album e i materiali artistici preferiti per disegnare.
La visita avrà luogo dalle 14.30 alle 18.00

La visita verrà condotta da Elena Makarova con la traduzione dal russo all’italiano.


Martedì 2 e Mercoledì 3 Giugno 2020, dalle 10.00 alle 17.00
Workshop internazionale “LA COMPOSIZIONE ARTISTICA COME SPECCHIO DI RELAZIONI”
Lyceum, Via Calatafimi 10 – Milano


DESTINATARI
Il seminario si rivolge ad insegnanti d’arte, conduttori di laboratori artistici, esperti di Laboratori Esperienziali ArtLab, arteterapeuti, psicologi e psicoterapeuti, docenti e diplomandi Lyceum, ma anche a persone che, pur non avendo una specifica competenza artistica, desiderino sperimentare il particolare approccio alla creatività e all’arte di Elena Makarova.


Вот Манечка. Обнимаю!

КОМПОЗИЦИЯ – ЗЕРКАЛО ОТНОШЕНИЙ

Так уж устроена жизнь, что в ней есть ряд устойчивых взаимозависимых пар – муж – жена, мать – ребенок, чайник – чашка, и т.д и т.п.
Одушевленные и неодушевленные предметы могут группироваться по-разному, и это определяется отношениями между ними.
Помогает ли саморазвитию «слепленность», «скученность», отсутствие собственного пространства? Как строить отношения, чтобы чувство единства не поглощало самость? Чтобы всегда оставалось пространство для свободного дыхания и личностного становления? Что главное, что второстепенное? Как найти баланс?
В композиции, в построении художественного пространства, как в зеркале отражаются отношения, которые создаются у нас с близкими, друзьями и коллегами по цеху.
Этими и другими художественно-этическими изысканиями мы и займемся на итальянском семинаре.

Семинар в Милане 2-3 июня 2020 года
1-го июня для желающих будет поход в музей.

В июне Колледж Искусств в Милане проводит ежегодный двухдневный международный семинар под управлением Елены Макаровой и при участи Марии Макаровой. С нами работает пеерводчик Татьяна Шер.
На семинар съезжаются люди из разных стран, там вы встретите и итальянских арт-терапевтов, и музыкотерапевтов, и никаких не терапевтов. Кто хочет, тот и участвует.


CONDUCONO

Elena Makarova,

artista, critico d’arte, scrittrice di prosa, storica, biografa, autrice di documentari e curatrice di mostre. Nata a Baku, in Azerbaijan, ha vissuto a Mosca, dove insegnava arte ai bambini di una scuola sperimentale. Trasferitasi in Israele nel 1990, ha lavorato come insegnante d’arte al Museo d’Israele a Gerusalemme. Considera ispiratrici e maestre Edith Kramer e Friedl Dicker Brandeis. A Friedl Dicker Brandeis (1898-1944), grande artista e pedagogista della Scuola del Bauhaus, uccisa ad Auschwitz, ha dedicato molti anni di lavoro e di studio ricostruendo la particolare metodologia da lei utilizzata nei laboratori d’arte rivolti all’infanzia e tenuti nel campo di transito di Terezin. Alla stessa artista ha dedicato una biografia dal titolo “Friedl-Dicker-Brandeis. Una vita nel nome dell’arte e dell’insegnamento”, pubblicato nel 1999 in tedesco e tradotto in inglese, ceco, francese e giapponese e un romanzo biografico in lingua russa dal titolo “Friedl”, pubblicato nel 2012. Ha al suo attivo circa 50 titoli, pubblicati con alcune Case Editrici russe, i cui temi toccano l’arte e la storia dell’Olocausto ed includono volumi in prosa, quali la raccolta di racconti tradotti anche in lingua italiana “Le erbe di Odessa” (Edizioni La Tartaruga). Molti sono i testi di arteterapia da lei scritti, con cui ha descritto il particolare e personale approccio che caratterizza i suoi laboratori, tra questi gli ultimi sono “Liberate l’elefante” e “Il movimento definisce la forma”. Curatrice di 40 mostre internazionali, ha realizzato numerosi documentari dedicati alla storia e all’arte. La sua mostra più recente, “Tremila destini”, dedicata alla tragica storia dei trasporti di ebrei dal lager di Terezin a Riga (1942), ha avuto come designer la figlia Maria Makarova e si è tenuta nella capitale lettone nel 2014. Membro del Pen Club Internazionale e dell’Unione degli Scrittori della Federazione Russa. E’ stata insignita del premio “Il migliore libro scritto non in ebraico”(1966) e della medaglia d’onore dell’Associazione Janusz Korszak a Gerusalemme (2005). Attualmente vive in Israele, ma conduce percorsi di arte e arteterapia in Italia, Russia, Ucraina, Germania, Svezia, Israele e Repubblica Ceca.


Maria Makarov,

pittrice, artista free-lance, designer ed insegnante d’arte.
Nata a Mosca, si è ben presto trasferita in Israele con la famiglia. A Tel Aviv ha studiato Design e Comunicazione e ha seguito corsi e percorsi d’arte e arteterapia con Edith Kramer e alcuni famosi artisti israeliani.
Sempre a Tel Aviv, ha condotto laboratori artistici rivolti a bambini provenienti da famiglie disagiate. In Israele ha proposto due mostre personali: “Il periodo di Florentin” presso il Museo di Arte Russa Maria e Michail Zetlin a Ramat Gan (2010) e “Ciao Tel Aviv-Jaffa!” presso il Centro Culturale Fishka a Tel Aviv (2012).
E’ stata designer di 7 mostre d’arte in Israele, Repubblica Ceca e Lettonia, tra cui la mostra “Tremila destini”, dedicata alla tragica storia dei trasporti di ebrei dal lager di Terezin a Riga nel 1942, realizzata dalla madre Elena Makarova e tenutasi nella capitale lettone nel 2014.
Dal 2012 vive e lavora in Italia, dove si dedica attivamente alla pittura e alla grafica, impartisce privatamente lezioni d’arte e lavora come interior designer.
Insegna online dal 2010 e promuove le sue molteplici attività sul suo sito https://www.mariamakarovart.com/

SITI

http://elena-makarova.info/forum/
http://www.makarovainit.com/
https://www.facebook.com/pages/Elena-Makarova-Universe/420144308075980
http://forum.mykanon.com/index.php
http://makarovainit-ru.livejournal.com/

 


RIEPILOGO DELLA PROPOSTA e COSTI

Data

Proposta

Costo

lunedì, 1° giugno

Visita guidata al Museo
Sede: Museo Poldi Pezzoli, Via Manzoni 12 – Milano

40 euro, comprensivi del biglietto di ingresso al Museo

martedì e mercoledì,
2 – 3 giugno

Workshop esperienziale di 2 giorni:
“La composizione artistica come specchio di relazioni”
Sede: Lyceum, Via Calatafimi, 10 – 20122 Milano

2 giornate – 170 euro
Solo Martedì 2 Giugno – 90 euro

Lunedì, martedì e mercoledì,
1°- 2 – 3 giugno

Visita guidata al museo +
Workshop esperienziale

200 euro
150 euro (per i diplomati Lyceum)
30 euro bambini

 


HAI LA CARTA DEL DOCENTE?

Puoi pagare questo corso utilizzando il bonus della carta del docente. Vai su https://cartadeldocente.istruzione.it/ e genera un buono dell’importo previsto scegliendo la tipologia “FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO” – “Enti accreditati/qualificati ai sensi della Direttiva 170/2016”. Il PDF del buono generato potrà essere allegato nell’apposita sezione del Form di iscrizione Online.

 

PER ULTERIORI INFORMAZIONI

Chiamaci al numero 02/2316 8407 o clicca su “contattaci” per aprire il form.

ATTESTATO

Verrà rilasciato un attestato di frequenza valido per l’aggiornamento a tutti i partecipanti.

Share: